Risk Management

Risk Management:
la culla del tuo business

 

Un’impresa si delinea come l’insieme di interazioni tra persone, sistemi e processi, a volte anche molto complesse, che generano spesso incertezze nei risultati attesi e necessità di frequenti modifiche rispetto al percorso previsto.

Il Risk Management, o gestione del rischio, è il processo mediante il quale vengono stimati i rischi connessi ad una determinata attività e successivamente si sviluppano delle strategie per governarli. L’adozione di un sistema di Risk Management modifica l’atteggiamento di conduzione di un’azienda da reattivo a proattivo, focalizzandolo sugli eventi futuri e sui piani di prevenzione dei rischi potenziali.

Per “rischio potenziale” si intende un evento o una condizione non certa che, nel caso si verificasse, avrebbe un effetto su uno o più obiettivi definiti.

Questa descrizione introduce i concetti di “probabilità” e “danno” (o “guadagno” nel raro di un evento positivo…) quindi si può quantificare il rischio potenziale in relazione alla probabilità del verificarsi dell’evento e all’impatto che esso causerebbe:

Rischio = probabilità x impatto

La nuova visione del Risk Management introdotta dalla UNI EN ISO 9001:15 richiede che il processo di analisi, gestione e monitoraggio dei rischi venga integrato nei principali processi di definizione (e non solo di esecuzione) delle strategie aziendali, al fine di massimizzarne il contributo alla creazione di valore per l’organizzazione.

Dynamics 360 ha sviluppato un modello di Global Risk Management (GRM), coerentemente con i principi espressi nella ISO 31000, che soddisfa le nuove esigenze normative in tutti gli ambiti Organizzativi, Assicurativi e Finanziari dell’impresa, abbracciandone le dinamiche a 360, con la possibilità di modulare gli interventi in base alle peculiarità dell’organizzazione a cui si applica. In particolare:

  • è integrato nei processi decisionali e di pianificazione aziendali, indirizzando così preventivamente i rischi e le opportunità insite nelle strategie (e relative iniziative) in fase di valutazione
  • prevede l’applicazione di tecniche più o meno sofisticate di misurazione quantitativa degli impatti dei rischi/opportunità, fino a stimare la volatilità complessiva dei risultati attesi rispetto ai rischi/opportunità identificati
  • fornisce informazioni utili alla presa di decisioni consapevoli in ottica di bilanciamento rischio-rendimento atteso e conseguente allocazione del capitale
  • si focalizza sulla capacità di prevenire o mitigare i rischi che potrebbero influenzare gli obiettivi strategici e la sostenibilità aziendale
  • prevede un coinvolgimento attivo del Top e Senior Management
  • si concentra sul ruolo dell’GRM nella definizione ed esecuzione della strategia aziendale riconoscendo l’importanza della relazione Rischio-Strategia-Performance aziendali
  • dà seguito alle aspettative in tema di governance e supervisione
  • rafforza l’allineamento tra performance aziendali ed GRM
  • presenta nuovi modi di interpretare il rischio in un contesto di business più complesso
  • sottolinea il ruolo del Risk Reporting nel rispondere alle aspettative di maggiore trasparenza degli stakeholder
  • incorpora le nuove tecnologie e il maggior ricorso ai data analytics a supporto del processo decisionale